27 aprile 2009

Considerazioni di una giovane "inoccupata" italiana !


Questa volta il mio post non tratterà di avventure all'Indiana Jones o di viaggi in posti incantati ma di impressioni e fatti Made in Italy.

Dopo aver lasciato la terra dei canguri da ormai 1 mese e mezzo mi sembra doveroso fare delle considerazioni.

La tratta da Dubai a Malpensa mi ha riportato alla realtà.
Un aereo pieno di italiani che, con i loro vestiti firmati e la tecnologia di ultima generazione tra le mani, si preparavano a lasciare la terra degli sceicchi per il rientro in patria.

Una sensazione di angoscia ammetto che piano piano mi ha pervasa.

Il mio mega backpack nella stiva dell'aereo circondato da trolley di Luis Vitton e il mio abbigliamento da viaggiatrice errante faceva  a pugni con i completi da manager in carriera che sfilavano al check-in.

Mi guardavo intorno spaesata stringendo il mio sacco a pelo come fosse l'ultimo appiglio alla mia vita da backpacker !
Mi sentivo un pesce fuor d'acqua eppure stavo rientrando nella mia patria..eppure ero circondata da connazionali.

Lasciato l'aereo e recuperato il mio zaino, con 1 ora di ritardo, tanto per rassicurarmi del fatto di essere arrivata a Malpensa e non in qualche altro aeroporto sperduto chissà dove, mi isso in spalla il mio fedele compagno e mi avvio verso l'uscita.

Ma quanto mi mancherà quel dolce momento in cui, dopo mesi di studi per capire la tecnica migliore, appoggiavo il mio zaino a una parete e pressandolo con la schiena contro il muro me lo infilavo in spalla.

Si aprono le porte e ho la consapevolezza che c'è qualcuno al di là che mi aspetta..con tanto di cartello (GRANDE Pà !!!!)

Anche quella sensazione mista a paura..indipendenza..e curiosità dell'ignoto che si ha tutte le volte che arrivi in un aeroporto dove sai  che non c'è nessuno dietro alle porta ad aspettarti, mi mancherà !!

Ma rivedere dopo tanto tempo la propria famiglia dà le sue belle emozioni !

Si torna a casa, nei luoghi familiari, in mezzo agli amici, alla solita routine.

Ma questa volta le cose sono un pò diverse..non ho un anno scolastico da iniziare...non ho un percorso prestabilito da percorrere..non ho certezze sul mio domani !

Feste tra amici, incontri, mangiate e bevute, dopo di chè inizia l'impatto con la realtà e a questo punto due parole mi girano per la testa...CRISI...e ..INOCCUPAZIONE !!!

Ho lasciato un'Italia malandata per ritrovarne una ancora più in crisi.
Bel momento per tornare in patria che ho scelto...ma il destino ha voluto così..e un senso ci sarà.

La mia ricerca per il lavoro risulta un'impresa alquanto ardua ma l'avevo messo in conto e quindi non mi perdo d'animo e attendo paziente che le porte che cerco di aprire non mi vengano poi brutalmente sbattute in faccia.

Primo colloquio andato in nulla, un secondo che mi permetterà di frequentare un corso a Mantova e un terzo dall'esito ancora ignoto.

Solo una cosa ho capito e mi è chiara...oggi le aziende vogliono...COMMERCIALI...GIOVANI e con ESPERIENZA, ovvero pretendono che a 24 anni tu abbia la capacità di vendere tua madre a un beduino arabo avendo in cambio lingotti d'oro e non cammelli maleodoranti e stanchi !!!

Non voglio mettermi qui a fare una filippica sulla disoccupazione e i criteri di assunzione ma care le mia aziende lasciatevelo dire ...MINORENNI...PLURILAUREATI...con un ESPERIENZA COMMERCIALE centenaria e un PORTAFOGLIO CLIENTI da fare invidia alle più grandi multinazionali..non esistono ancora !!!
Ma non vi preoccupate quando scopriremo l'acqua dell'eterna giovinezza lo menzioneremo sul nostro CV !!!

Comunque io non mi perdo d'animo e ogni mattina quando mi sveglio e mi guardo allo specchio mi ripeto che "...se fossi un manager mi assumerei !!".... 
 

7 commenti:

valeriOZ ha detto...

la descrizione della tratta dubai-milano mi ha messo un'angoscia tangibile addosso.
spero che per me arrivi il più tardi possibile.

keep on fightin'!

Explobot ha detto...

Finalmente: ero fiducioso in un nuovo post!

Bentornata sulla terra e benvenuta tra i "malati d'Australia" (il mio impatto era stato terrificante: già il giorno dopo al lavoro, e poi tutte le persone in metropolitana con la faccia già scura la mattina, mica i bei sorrisi australiani).

Comunque Malpensa non è poi così male(a me piace da morire anche se è molto scomoda da raggiungere) , peggio Dubai: erano riusciti a non imbarcarmi il bagaglio che però mi hanno consegnato il giorno dopo con il corriere).

P.S. ho visto che sul sito Etihad il biglietto A/R per Sydney a 800 euro ... anche là c'è la crisi, un'amica mi dice peggiore della nostra, però ...

XxX ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
XxX ha detto...

che tristezza :(

Micio

francesco.aussie ha detto...

ciao raffa,anche se ci scriviamo su fb per aggornarci sempre,mi faceva piacere lasciarti un comment qui,al tuo last post,nn hai niente che ti manca,oggi manca una formazione,da me si dice vogliono u piatt bell e fatt,purtroppo e brutto dirlo,ma quando a volte nelle inteview,vedono che sei una persona in gamba in certi casi tendono a nn considerare questo perche hanno paura,poi si sa in italia se nn sei nessuno e nn conosci e dura,per questo poco tempo fa e stato pubblicato un articolo,che in italia i talenti se vanno all'estero,perche qui nn si hanno le opportiunita'decorose che si dovrebbero ottenere..un bacio.

Alberto ha detto...

Raffa non perderti d'animo......dai che sei forte......se hai tempo guarda anche il mio blog......ah, se fossi un manager raffa io ti assumerai subito, ma non lo sono......

Il Giocatore ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.